Intervista allo scrittore Antonio Sarullo

Antonio Sarullo nato ad Agrigento nel 1976, vive a Ribera, un posto perfetto per scrivere: luoghi ancora incontaminati, un ritmo lento, un mare da favola.

“Seguimi in questo viaggio, scoprirai quanto è profonda la tana del bianconiglio.”

“Voglio accompagnarti in mondi fantastici dove potrai perderti con la mente, cerco dentro di me parole per farti emozionare, sognare.”

Ma ora conosciamolo meglio tramite questa breve intervista.
Riporto di seguito le sue risposte senza modifiche, tagli o aggiunte da me apportate.

⁃ Per iniziare, c’è qualcosa di te, del tuo carattere, delle tue passioni che ti piacerebbe condividere con noi?

Da settembre ho ripreso gli allenamenti di boxe,  uno sport che mi appassiona mi tiene in forma, da anche spunto ad alcuni miei racconti. 

Sono un tipo molto calmo,  mi piace viaggiare conoscere persone diverse dall’ambiente della scrittura.

Poi lascio un po’ di mistero…

⁃ Esistono uno o più scrittori che hanno avuto influenza nella tua scrittura?

Leggo molte cose diverse tra di loro.

Dalla fisica quantistica fino ad arrivare a libri sulle coreografie degli ultras del calcio. 

Quello che ho letto mi ha influenzato forse in minima parte,  io sono alla ricerca di un mio stile, in continua evoluzione, non voglio rimanere in una definizione, anche se è un bel casino quando devi collocare il tuo libro in un genere.

⁃ Per quanto riguarda la lettura, quali sono i libri che hanno lasciato il segno nella tua vita?

Il primo libro che ho letto è stato una biografia di Buscetta il titolo non lo ricordo mi sembra “io Tommaso Buscetta”.

L’ultimo invece Giovanni Lindo Ferretti “reduce”.

Nel mezzo centinaia, che nemmeno ricordo più. 

Un libro che mi ha segnato? Quelli che ho scritto. 

⁃ Quando e come è nata la tua passione per la scrittura?

Ho iniziato molto presto con la scrittura, mi è sempre piaciuta,  per molto tempo ho scritto di musica,  ho realizzato una fanzine dal nome “Xeno”, che vendeva circa 500 copie mensili, ne facevo un numero al mese, credo che sia un record, più speciali videozine, festival.

Posso dire che è stato un piccolo successo. 

Poi ho scritto anche commedie comiche ma credo che resteranno inedite.

⁃ E l’idea del tuo libro come è nata?

Ho trovato l’inizio di un racconto in un mio  quaderno  datato 1999, poi ho sviluppato la storia.

⁃ Hai trovato difficoltà durante la scrittura? Se si quali e in caso contrario, cosa ti stimolava a proseguire nella scrittura?

Io sento la necessità di scrivere, di raccontare delle storie, lo stimolo c’è sempre, il fuoco brucia ancora.

⁃ I tuoi personaggi sono ispirati a persone realmente esistite o sono inventati?

A volte i personaggi sono caricature di persone reali, a volte sono create solo da emozioni. 

⁃ Scrivere e vedere pubblicato il tuo libro, cosa si prova?

Una bellissima sensazione. 

⁃ Hai altri progetti in vista? Magari un altro libro?

In questo momento pubblico racconti brevi sul mio blog www.antoniosarullo.it

Le storie da raccontare ci sono, il progetto editoriale al momento no.

⁃ Ci sono dei consigli che vorresti dare ad aspiranti scrittori/scrittrici?

E così vorresti fare lo scrittore?

Se non ti esplode dentro

a dispetto di tutto,

non farlo

a meno che non ti venga dritto

dal cuore e dalla mente e dalla bocca

e dalle viscere,

non farlo.

⁃ C’è altro che vorresti dirci o di cui vorresti parlarci?

Seguite il flusso!

Per l’acquisto del libro di questo autore, o per maggiori informazioni, potete trovare tutto quanto sui principali store del web e, nel mio articolo di qualche giorno fa, potete trovare trama e recensione.

Buona lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...